Informazione Importante

Benvenuto/a nel Financial Lab di AXA Investment Managers

Un blog dedicato a promotori finanziari, consulenti finanziari autonomi e a private banker, dove trovare i nostri market insights, l’asset allocation del nostro team di Ricerca e Strategia di Investimento, le view dei nostri gestori, e molto altro.

Per una sintesi della settimana, iscriviti alla nostra newsletter!

Disclaimer
IL CONTENUTO DI QUESTO SITO NON COSTITUISCE OFFERTA, RACCOMANDAZIONE NÉ SOLLECITAZIONE ALL’ACQUISTO O ALLA VENDITA DI SPECIFICI STRUMENTI FINANZIARI MA HA FINALITÀ UNICAMENTE INFORMATIVA. L’ACCESSO A QUESTO BLOG, È RISERVATO ESCLUSIVAMENTE A INTERMEDIARI, CONSULENTI FINANZIARI AUTONOMI E INVESTITORI PROFESSIONALI.
Cliccando su “Accetto”, l’utente dichiara di rivestire una delle predette qualifiche, come definite e disciplinate dalla normativa tempo per tempo vigente.
Prima dell’adesione, l’investitore deve prendere visione del Prospetto e del KIID, disponibili sul sito www.axa-im.it.

 

Il sito contiene informazioni non appropriate per i clienti al dettaglio, in quanto potrebbero non consentire un’adeguata comprensione di tutti i profili connessi all’investimento.
E’ responsabilità del soggetto che accede alla presente sito verificare la propria qualità di intermediario, consulente finanziario autonomo o di cliente professionale. AXA Investment Managers non potrà essere ritenuta responsabile per accessi al presente sito da parte di soggetti diversi dalle categorie sopra indicate.
L’accesso al sito è considerato, da AXA Investment Managers, un atto consapevole, spontaneo e autonomo.
Alla prossima visita del presente sito, non apparirà più questa pagina. Tale funzionalità richiede l’utilizzo di cookies.

****
Informazioni importanti relativamente ai cookies:
Questo sito web utilizza cookies per raccogliere informazioni su come i visitatori utilizzano il sito. E’ possibile abilitare o disabilitare i cookies modificando le impostazioni del proprio browser. E’ possibile scoprire come effettuare tale modifica e trovare altre informazioni sui cookies nella sezione avvertenze legali.

Torna su

Sette grafici per spiegare un altro anno Small Cap

Con una performance di circa il 14% YTD, l’azionario europeo ha registrato uno degli inizi d’anno più forti dalla fine degli anni ’90, sorpassando altri mercati sviluppati.

Le Small Cap hanno sovraperformato gli indici di mercato YTD, dopo aver registrato performance inferiori alle Large Cap nel 2014.

Siamo rimasti relativamente cauti sulle small cap per buona parte dell’anno scorso, visti anche alcuni fattori sfavorevoli (storno nei titoli globali growth, che sono altamente correlati con le small cap, svariati abbassamenti delle previsioni sugli utili per società europee nei segmenti industriali e dei beni di consumo (ciclici), incertezze sui rialzi dei tassi UK, ecc…). Crediamo tuttavia che l’attuale ripresa potrebbe accelerare per le seguenti ragioni:

  • Una congiuntura positiva di elementi specifici per l’asset class (crescita di EPS superiore, valorizzazioni relative attraenti, storie di crescita) e di fattori macroeconomici (QE della BCE, prezzi del petrolio più bassi, svalutazione dell’Euro a sostegno della fiducia di consumatori e delle imprese, miglioramento delle condizioni di indebitamento)
  • Le Small Cap sono strutturalmente attraenti (posizionamento puramente growth, player di nicchia beneficiari di cambiamenti demografici, tecnologici e regolamentari, target naturali di operazioni di M&A, ecc…) e sono generalmente sottopesate e spesso non comprese

I grafici sotto brevemente commentati illustrano alcuni dei drivers principali su scala sia micro che macro degli small cap.

1. Di nuovo in una posizione di leadership?

Dopo la crisi finanziaria le Small Cap hanno largamente sovraperformato le large caps; l’anno scorso è stato segnato da un temporaneo arresto di questo trend relativo – il recente rimbalzo lascia presagire bene per le small cap nel 2015.

small-cap

2. Le valorizzazioni aggiustate per la crescita sono attraenti

Le Small Caps sono scambiate con un leggero premium vs le large cap ma sono a livelli attraenti a confronto con le medie di lungo periodo registrate storicamente.

relative-composite-valuation

3. Le Small Caps hanno una maggiore crescita degli utili

In un mondo con bassa crescita, gli utili delle small caps sono cresciuti ad un ritmo molto più rapido delle large caps negli anni recenti. Il consenus del mercato per la crescita degli EPS delle Small Cap europee per il 2015 è vicino al 20% (a tre anni la previsione è del 15%), in contrasto con le large caps per cui ci si attende una crescita del 4,8% quest’anno ed una media del 10% nei prossimi tre anni.

eps-growth

4. Volatilità annualizzata delle Small vs Large Cap

Le small caps sono percepite come rischiose e volatili quando in realtà la loro volatilità è stata generalmente più bassa delle large caps.

volatilita

5. Catalizzatori Macro

5.1. Euro debole

L’Euro è vicino ad un minimo storico, favorendo l’economia della regione grazie ad esportazioni meno care. Nel breve termine, i titoli di maggiori dimensioni e più globali ne trarranno beneficio – ma nel medio termine anche la crescita nominale della produzione vedrà un effetto positivo – sostenendo l’universo small cap.

euro-devaluation

5.2. Investitori e aziende sono tornati a essere più fiduciosi

Le aspettative a 6 mesi per l’indice composito della fiducia degli investitori è salito ai massimi sin da Febbraio 2006.

sentix

5.3. Prezzo basso e stabile del petrolio

Il prezzo del petrolio ha subito una repentino abbassamento ma di recente sembra essersi stabilizzato – calmierando i timori di una spirale deflattiva negativa.

brent


AXA Investment Managers propone fondi Small Cap per il mercato retail italiano nelle sue due expertise, AXA Framlington e AXA Rosenberg.

AXA Rosenberg unisce un processo di gestione attivo a modelli quantitativi di selezione titoli e analisi del rischio, coprendo sistematicamente l’intero universo dei titoli investibili. Il risultato è un portafoglio costruito sulla base dell’analisi dei fondamentali di bilancio con un’ottica value e un basso tracking error.

AXA Framlington adotta una strategia concentrata con ampia delega gestionale rispetto ai benchmark, consentendo ai gestori di concentrare le posizioni dei fondi su titoli con fondamentali solidi, vantaggio competitivo e potenziale di crescita. La stock selection è la principale fonte di alpha dei fondi, con un approccio agli investimenti basato su una approfondita conoscenza delle società in portafoglio, stile GARP (growth ad un prezzo ragionevole) e basso turnover.

ISIN Fondo Classe
LU0212992860 AXA WF Framlington Europe Microcap A EUR Acc
LU0125741180 AXA WF Framlington Europe Small Cap A EUR Acc
LU0868490201 AXA WF Framlington Global Small Cap A USD Acc
IE0004324657 AXA Rosenberg Global Small Cap Alpha B USD Acc
IE0004334029 AXA Rosenberg Pacific Ex-Japan Small Cap Alpha B USD Acc
IE0004351072 AXA Rosenberg Pan-European Small Cap Alpha B EUR Acc
IE00B54L8H63 AXA Rosenberg US Small Cap Alpha B USD Acc

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *