Informazione Importante

Benvenuto/a nel Financial Lab di AXA Investment Managers

Un blog dedicato a promotori finanziari, consulenti finanziari autonomi e a private banker, dove trovare i nostri market insights, l’asset allocation del nostro team di Ricerca e Strategia di Investimento, le view dei nostri gestori, e molto altro.

Per una sintesi della settimana, iscriviti alla nostra newsletter!

Disclaimer
IL CONTENUTO DI QUESTO SITO NON COSTITUISCE OFFERTA, RACCOMANDAZIONE NÉ SOLLECITAZIONE ALL’ACQUISTO O ALLA VENDITA DI SPECIFICI STRUMENTI FINANZIARI MA HA FINALITÀ UNICAMENTE INFORMATIVA. L’ACCESSO A QUESTO BLOG, È RISERVATO ESCLUSIVAMENTE A INTERMEDIARI, CONSULENTI FINANZIARI AUTONOMI E INVESTITORI PROFESSIONALI.
Cliccando su “Accetto”, l’utente dichiara di rivestire una delle predette qualifiche, come definite e disciplinate dalla normativa tempo per tempo vigente.
Prima dell’adesione, l’investitore deve prendere visione del Prospetto e del KIID, disponibili sul sito www.axa-im.it.

 

Il sito contiene informazioni non appropriate per i clienti al dettaglio, in quanto potrebbero non consentire un’adeguata comprensione di tutti i profili connessi all’investimento.
E’ responsabilità del soggetto che accede alla presente sito verificare la propria qualità di intermediario, consulente finanziario autonomo o di cliente professionale. AXA Investment Managers non potrà essere ritenuta responsabile per accessi al presente sito da parte di soggetti diversi dalle categorie sopra indicate.
L’accesso al sito è considerato, da AXA Investment Managers, un atto consapevole, spontaneo e autonomo.
Alla prossima visita del presente sito, non apparirà più questa pagina. Tale funzionalità richiede l’utilizzo di cookies.

****
Informazioni importanti relativamente ai cookies:
Questo sito web utilizza cookies per raccogliere informazioni su come i visitatori utilizzano il sito. E’ possibile abilitare o disabilitare i cookies modificando le impostazioni del proprio browser. E’ possibile scoprire come effettuare tale modifica e trovare altre informazioni sui cookies nella sezione avvertenze legali.

Torna su

AXA WF Framlington Italy: continua il rialzo, ma essenziale fare stock picking

La prospettiva di un accordo USA-Cina scalda i mercati

A febbraio i mercati hanno proseguito in rialzo, in un contesto di banche centrali visibilmente più accomodanti e soprattutto di fronte alla prospettiva di un accordo commerciale Cina-Stati Uniti, che ridurrebbe in parte il timore di un brusco rallentamento dell’economia.

In Europa, il rischio politico è stato rivisto al ribasso: in UK sembra si voglia evitare una Brexit senza accordo, anche se il rischio resta; in Italia, la sconfitta del Movimento 5 Stelle alle elezioni regionali in Abruzzo e Sardegna costituisce senza dubbio un segnale dell’avvicinarsi della fine della strana alleanza di governo con la Lega.

Sui mercati azionari, i settori ciclici (industria, finanza) hanno beneficiato del calo delle tensioni politiche.

AXA WF Framlington Italy: davanti al mercato da inizio anno grazie allo stock picking

Principalmente sulla spinta dei settori ciclici, a febbraio il Ftse Italia All Share NT ha guadagnato il 4,61%. AXA WF Framlington Italy ha ampliato il rialzo di inizio anno, con una performance a +6,09% per la share class A euro. Un risultato che si deve soprattutto alla selezione di titoli come Finecobank, CNH Industrial, Inwit, o Technogym, che hanno guadagnato più dell’11% sul mese. Abbiamo inoltre alleggerito Unicredit e Banco BPM dopo le revisioni al ribasso delle prospettive di crescita tanto in Italia quanto in Germania e di un contesto di tassi bassi che dovrebbe proseguire. Abbiamo invece aperto una posizione su ERG, che è in prima linea per beneficiare della crescita delle energie rinnovabili e su Unipol, perché la cessione di Unipol Banca apre la strada a una semplificazione del gruppo.

 

Restano i timori sul rallentamento dell’economia

Se il calo dei mercati nell’ultimo trimestre del 2018 ha sorpreso per la sua ampiezza e rapidità, bisogna ammettere che è altrettanto sorprendente il rimbalzo in atto a partire da gennaio. Ma i timori che a fine anno hanno portato gli investitori a interrogarsi sulla giusta asset allocation e a vendere massicciamente, non sono scomparsi. In particolare, quelli sul rallentamento dell’economia. Con le attuali valutazioni, i mercati sono vulnerabili in caso di un rallentamento. L’attenzione degli investitori si concentrerà ancora sulla possibile evoluzione del dialogo tra Cina e Stati Uniti e/o sulla Brexit, eventi che saranno ancora fonte di volatilità.

Diversificare e favorire società non troppo indebitate

Visti i tanti punti d’incertezza, vogliamo mantenere dei portafogli che non siano troppo esposti a una singola tematica o a un singolo settore sottostante. Vogliamo avere una buona diversificazione sia a livello geografico (per esempio non vogliamo troppa esposizione al mercato domestico) sia settoriale (non vogliamo troppa esposizione a un singolo settore) e società che non siano troppo indebitate. Infatti, queste società sono quelle che alla fine hanno maggiore flessibilità per la crescita esterna o per far fronte a difficili condizioni di mercato. E in una fase come l’attuale, di rallentamento dell’economia, ci vuole tale flessibilità.

 

 

Scopri il fondo

 

Gilles-Guibout

Gilles Guibout

Gestore del fondo
PIR AXA WF Framlington Italy

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *