Informazione Importante

Benvenuto/a nel Financial Lab di AXA Investment Managers

Un blog dedicato a promotori finanziari, consulenti finanziari autonomi e a private banker, dove trovare i nostri market insights, l’asset allocation del nostro team di Ricerca e Strategia di Investimento, le view dei nostri gestori, e molto altro.

Per una sintesi della settimana, iscriviti alla nostra newsletter!

Disclaimer
IL CONTENUTO DI QUESTO SITO NON COSTITUISCE OFFERTA, RACCOMANDAZIONE NÉ SOLLECITAZIONE ALL’ACQUISTO O ALLA VENDITA DI SPECIFICI STRUMENTI FINANZIARI MA HA FINALITÀ UNICAMENTE INFORMATIVA. L’ACCESSO A QUESTO BLOG, È RISERVATO ESCLUSIVAMENTE A INTERMEDIARI, CONSULENTI FINANZIARI AUTONOMI E INVESTITORI PROFESSIONALI.
Cliccando su “Accetto”, l’utente dichiara di rivestire una delle predette qualifiche, come definite e disciplinate dalla normativa tempo per tempo vigente.
Prima dell’adesione, l’investitore deve prendere visione del Prospetto e del KIID, disponibili sul sito www.axa-im.it.

 

Il sito contiene informazioni non appropriate per i clienti al dettaglio, in quanto potrebbero non consentire un’adeguata comprensione di tutti i profili connessi all’investimento.
E’ responsabilità del soggetto che accede alla presente sito verificare la propria qualità di intermediario, consulente finanziario autonomo o di cliente professionale. AXA Investment Managers non potrà essere ritenuta responsabile per accessi al presente sito da parte di soggetti diversi dalle categorie sopra indicate.
L’accesso al sito è considerato, da AXA Investment Managers, un atto consapevole, spontaneo e autonomo.
Alla prossima visita del presente sito, non apparirà più questa pagina. Tale funzionalità richiede l’utilizzo di cookies.

****
Informazioni importanti relativamente ai cookies:
Questo sito web utilizza cookies per raccogliere informazioni su come i visitatori utilizzano il sito. E’ possibile abilitare o disabilitare i cookies modificando le impostazioni del proprio browser. E’ possibile scoprire come effettuare tale modifica e trovare altre informazioni sui cookies nella sezione avvertenze legali.

Torna su
iggo-24-aprile-axa-im

Iggo: un velato invito a una gestione dinamica nell’obbligazionario

I mercati obbligazionari soffrono di rendimenti molto ridotti, premi per il rischio insufficienti e carenza di liquidità. Come gestire un portafoglio obbligazionario in una situazione del genere?

Una possibilità consiste nell’essere flessibili e concentrarsi sulla gestione dei rischi dei tassi di interesse, di inflazione, di credito e di liquidità. La possibilità di investire in tutto il mercato obbligazionario, senza essere vincolati a un indice di riferimento, dà al gestore la capacità di reagire liberamente alle evoluzioni dei rischi di mercato e proteggersi da shock di liquidità.

Buchet: mercati Emergenti, un mercato in progressivo recupero

I fondamentali nei mercati emergenti rimangono stabili. Il mercato si è abituato a convivere con svariati rischi collegati a possibili eventi creditizi, mentre la liquidità e l’appetito per il rischio lentamente stanno ritornando. Gli investitori in fondi Emerging Markets stanno tornando nell’asset class dopo l’inizio nello scorso mese del programma di QE della BCE.

Il petrolio è rimbalzato dai minimi storici, vista l’accelerazione dei futuri tagli alla produzione combinata con una situazione di “contango” mai vista prima nel mercato.

investment strategy

Investment Strategy: tra Fed e Grecia, ecco come ridurre il rischio in portafoglio

Nel mese di Marzo gli strumenti rischiosi si sono presi una pausa. I mercati azionari globali sono rimasti stabili mentre i governativi hanno riportato una buona performance.

Effettivamente, l’approccio meno aggressivo da parte della banca centrale americana su un possibile rialzo dei tassi di interesse, la crescita tiepida negli Stati Uniti e il Quantitative Easing nell’Eurozona hanno fatto scendere i rendimenti su entrambe le sponde dell’Atlantico. Il Quantitative Easing adottato dalla Banca Centrale Europea ha dominato la scena, portando a un temporaneo ampliamento degli spread tra Treasury e Bund a 190 punti base.

chaney grecia

Chaney: prima o poi la suspance sulla Grecia finirà

Ogni settimana, i negoziati tra le autorità greche e i finanziatori internazionali ci tengono con il fiato sospeso.

Mentre la Grecia apporta piccole aggiunte al piano di riforme precedentemente respinto, il trio di creditori: partner dell’Eurozona, FMI e BCE, pretende riforme strutturali ampie e credibili, in linea con quanto concordato in precedenza. In cambio l’erogazione dell’ultima tranche del secondo piano di salvataggio.