Informazione Importante

Benvenuto/a nel Financial Lab di AXA Investment Managers

Un blog dedicato a promotori finanziari, consulenti finanziari autonomi e a private banker, dove trovare i nostri market insights, l’asset allocation del nostro team di Ricerca e Strategia di Investimento, le view dei nostri gestori, e molto altro.

Per una sintesi della settimana, iscriviti alla nostra newsletter!

Disclaimer
IL CONTENUTO DI QUESTO SITO NON COSTITUISCE OFFERTA, RACCOMANDAZIONE NÉ SOLLECITAZIONE ALL’ACQUISTO O ALLA VENDITA DI SPECIFICI STRUMENTI FINANZIARI MA HA FINALITÀ UNICAMENTE INFORMATIVA. L’ACCESSO A QUESTO BLOG, È RISERVATO ESCLUSIVAMENTE A INTERMEDIARI, CONSULENTI FINANZIARI AUTONOMI E INVESTITORI PROFESSIONALI.
Cliccando su “Accetto”, l’utente dichiara di rivestire una delle predette qualifiche, come definite e disciplinate dalla normativa tempo per tempo vigente.
Prima dell’adesione, l’investitore deve prendere visione del Prospetto e del KIID, disponibili sul sito www.axa-im.it.

 

Il sito contiene informazioni non appropriate per i clienti al dettaglio, in quanto potrebbero non consentire un’adeguata comprensione di tutti i profili connessi all’investimento.
E’ responsabilità del soggetto che accede alla presente sito verificare la propria qualità di intermediario, consulente finanziario autonomo o di cliente professionale. AXA Investment Managers non potrà essere ritenuta responsabile per accessi al presente sito da parte di soggetti diversi dalle categorie sopra indicate.
L’accesso al sito è considerato, da AXA Investment Managers, un atto consapevole, spontaneo e autonomo.
Alla prossima visita del presente sito, non apparirà più questa pagina. Tale funzionalità richiede l’utilizzo di cookies.

****
Informazioni importanti relativamente ai cookies:
Questo sito web utilizza cookies per raccogliere informazioni su come i visitatori utilizzano il sito. E’ possibile abilitare o disabilitare i cookies modificando le impostazioni del proprio browser. E’ possibile scoprire come effettuare tale modifica e trovare altre informazioni sui cookies nella sezione avvertenze legali.

Torna su
investment-strategy-settembre

Investment strategy: la crescita economica deve fare i conti con l’incertezza politica e i possibili sviluppi della politica monetaria

Nell’Investment Strategy del mese scorso abbiamo sottolineato l’impatto che ha avuto sulle prospettive del mercato il calo di fiducia nei confronti della politica americana, abbinato all’accelerazione della crescita in Europa.

Questo mese non ci aspettiamo grandi variazioni nell’orientamento del mercato, mentre l’attenzione si sposta verso gli imminenti negoziati per la coalizione di governo a seguito delle elezioni in Germania.

Dove trovare investimenti remunerativi oggi?

Contrariamente a quanto si creda, i mercati emergenti stanno tornando a raccogliere il favore degli investitori, in fuga dai mercati finanziari maturi e spesso onerosi dei paesi avanzati.

A differenza di molti investitori privati che ancora devono capire le opportunità offerte dai mercati emergenti, gli investitori professionali si rivolgono sempre più spesso a questi mercati

Iggo: cosa potrebbe mai andare storto?

Credo ci sia un termine medico che indica la condizione per cui desideriamo che accada qualcosa che interrompa la nostra tranquillità. Nei mercati finanziari sono molti gli esperti che prevedono imminenti disastri. Eppure c’è calma intorno a noi.

Ci sono due clown che continuano col gioco dei polli sulla scena politica globale, eppure c’è calma intorno a noi.

iggo_curve_ripide

Iggo: le curve dovrebbero essere più ripide

L’economia globale è in buona forma, l’espansione in molti Paesi e regioni non era mai stata così sincronizzata da dopo la crisi. In molti casi la crescita è oltre i valori medi. Questo significa che la capacità è pienamente utilizzata e la disoccupazione è in calo.

Secondo la teoria economica dovrebbero aumentare le pressioni inflazionistiche, ma finora non è stato così. Forse ci vuole solo un po’ di tempo, dopo una profonda recessione patrimoniale, per far ripartire l’inflazione.