Informazione Importante

Benvenuto/a nel Financial Lab di AXA Investment Managers

Un blog dedicato a promotori finanziari, consulenti finanziari autonomi e a private banker, dove trovare i nostri market insights, l’asset allocation del nostro team di Ricerca e Strategia di Investimento, le view dei nostri gestori, e molto altro.

Per una sintesi della settimana, iscriviti alla nostra newsletter!

Disclaimer
IL CONTENUTO DI QUESTO SITO NON COSTITUISCE OFFERTA, RACCOMANDAZIONE NÉ SOLLECITAZIONE ALL’ACQUISTO O ALLA VENDITA DI SPECIFICI STRUMENTI FINANZIARI MA HA FINALITÀ UNICAMENTE INFORMATIVA. L’ACCESSO A QUESTO BLOG, È RISERVATO ESCLUSIVAMENTE A INTERMEDIARI, CONSULENTI FINANZIARI AUTONOMI E INVESTITORI PROFESSIONALI.
Cliccando su “Accetto”, l’utente dichiara di rivestire una delle predette qualifiche, come definite e disciplinate dalla normativa tempo per tempo vigente.
Prima dell’adesione, l’investitore deve prendere visione del Prospetto e del KIID, disponibili sul sito www.axa-im.it.

 

Il sito contiene informazioni non appropriate per i clienti al dettaglio, in quanto potrebbero non consentire un’adeguata comprensione di tutti i profili connessi all’investimento.
E’ responsabilità del soggetto che accede alla presente sito verificare la propria qualità di intermediario, consulente finanziario autonomo o di cliente professionale. AXA Investment Managers non potrà essere ritenuta responsabile per accessi al presente sito da parte di soggetti diversi dalle categorie sopra indicate.
L’accesso al sito è considerato, da AXA Investment Managers, un atto consapevole, spontaneo e autonomo.
Alla prossima visita del presente sito, non apparirà più questa pagina. Tale funzionalità richiede l’utilizzo di cookies.

****
Informazioni importanti relativamente ai cookies:
Questo sito web utilizza cookies per raccogliere informazioni su come i visitatori utilizzano il sito. E’ possibile abilitare o disabilitare i cookies modificando le impostazioni del proprio browser. E’ possibile scoprire come effettuare tale modifica e trovare altre informazioni sui cookies nella sezione avvertenze legali.

Torna su

Il mensile di Tentori – Luglio 2018

L’aumento del debito Statunitense non desta preoccupazioni in un contesto di crescita sostenuta, nonché di crescita sia degli utili aziendali che del reddito disponibile. Il restringimento di politica monetaria da parte della Fed potrebbe incrementare la fragilità finanziaria, ma solo nel caso di una inattesa accelerazione delle aspettative di inflazione.

Guarda il video di Alessandro Tentori, CIO di AXA IM Italia, per scoprire di più.

Iggo: dalla Russia con amore

In questo momento il reddito fisso non è un investimento particolarmente in voga. Eppure sta diventando più interessante. Quest’anno ci ha ricordato ancora una volta che in genere non vale la pena scommettere su un rialzo dei rendimenti dei titoli di Stato, mentre è importante avere una duration lunga nelle strategie obbligazionarie o multi-asset.

AXA WF Framlington Digital Economy – Commento mensile

Performance del portafoglio e contesto di mercato

I mercati azionari globali sono calati a giugno, con l’indice MSCI All Country World in ribasso dello 0,7%.
I fondamentali continuano a essere solidi e i dati economici sono stati per lo più positivi. Tuttavia, i mercati sono stati più volatili di recente, con una pressione al ribasso sui prezzi delle azioni.

AXA Framlington Digital Economy: quando investire in tecnologia porta performance a due cifre

La tecnologia sta trasformando la nostra vita. Basta guardarsi intorno. Non solo la rivoluzione digitale sta trasformando il modo di operare delle imprese e il rapporto consumatori-imprese, ma anche le nostre abitudini quotidiane. Siamo costantemente connessi. La diffusione degli smartphone continua a influenzare il modo in cui facciamo shopping o scegliamo dei servizi.

Iggo: ritorno a casa

Da tempo gli investitori temono che il populismo possa avere effetti negativi sull’economia mondiale. L’imposizione dei dazi sulle merci cinesi da parte dell’amministrazione americana conferma questi timori. Secondo i più ottimisti, si tratta di un nuovo esempio dell’“arte di fare affari” del Presidente Trump, fondata sulle minacce per ottenere concessioni. Secondo i pessimisti, invece, un’escalation delle tensioni commerciali potrebbe comportare la fine della fase di espansione globale.