Informazione Importante

Benvenuto/a nel Financial Lab di AXA Investment Managers

Un blog dedicato a promotori finanziari, consulenti finanziari autonomi e a private banker, dove trovare i nostri market insights, l’asset allocation del nostro team di Ricerca e Strategia di Investimento, le view dei nostri gestori, e molto altro.

Per una sintesi della settimana, iscriviti alla nostra newsletter!

Disclaimer
IL CONTENUTO DI QUESTO SITO NON COSTITUISCE OFFERTA, RACCOMANDAZIONE NÉ SOLLECITAZIONE ALL’ACQUISTO O ALLA VENDITA DI SPECIFICI STRUMENTI FINANZIARI MA HA FINALITÀ UNICAMENTE INFORMATIVA. L’ACCESSO A QUESTO BLOG, È RISERVATO ESCLUSIVAMENTE A INTERMEDIARI, CONSULENTI FINANZIARI AUTONOMI E INVESTITORI PROFESSIONALI.
Cliccando su “Accetto”, l’utente dichiara di rivestire una delle predette qualifiche, come definite e disciplinate dalla normativa tempo per tempo vigente.
Prima dell’adesione, l’investitore deve prendere visione del Prospetto e del KIID, disponibili sul sito www.axa-im.it.

 

Il sito contiene informazioni non appropriate per i clienti al dettaglio, in quanto potrebbero non consentire un’adeguata comprensione di tutti i profili connessi all’investimento.
E’ responsabilità del soggetto che accede alla presente sito verificare la propria qualità di intermediario, consulente finanziario autonomo o di cliente professionale. AXA Investment Managers non potrà essere ritenuta responsabile per accessi al presente sito da parte di soggetti diversi dalle categorie sopra indicate.
L’accesso al sito è considerato, da AXA Investment Managers, un atto consapevole, spontaneo e autonomo.
Alla prossima visita del presente sito, non apparirà più questa pagina. Tale funzionalità richiede l’utilizzo di cookies.

****
Informazioni importanti relativamente ai cookies:
Questo sito web utilizza cookies per raccogliere informazioni su come i visitatori utilizzano il sito. E’ possibile abilitare o disabilitare i cookies modificando le impostazioni del proprio browser. E’ possibile scoprire come effettuare tale modifica e trovare altre informazioni sui cookies nella sezione avvertenze legali.

Torna su

Iggo: l’arte… o la possibilità di trovare un accordo

Le prospettive di crescita economica riflesse dai mercati obbligazionari globali continuano a peggiorare, mentre cala ancora il rendimento dei titoli privi di rischio. In questo momento la principale fonte di pessimismo è la guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti. Contrariamente alla tesi dell’amministrazione USA, l’aumento dei dazi non fa bene all’economia americana (né a quella globale). I mercati lo sanno e probabilmente stanno evitando un sell-off più marcato solo perché ci sono ancora possibilità di arrivare a un’intesa. In caso contrario, il mercato obbligazionario sconta un taglio dei tassi da parte della Fed.

AXA WF Framlington Italy: quarto mese di rialzo

Meno timori su un imminente rallentamento del ciclo economico

Ad aprile i mercati azionari europei hanno proseguito in rialzo per il quarto mese consecutivo, avvicinandosi ai massimi dell’estate scorsa. I mercati si sono calmati nella convinzione di un imminente accordo tra Cina e Stati Uniti dopo le tensioni commerciali e dopo il posticipo della Brexit.

Investment Strategy: Cina verso la ripresa

Fine della fase di rallentamento in vista per gli scambi commerciali globali e per l’attività in Cina

All’inizio del mese avevamo delineato uno scenario più accomodante, con la Federal Reserve che rivedeva al ribasso i dot plot e annunciava la chiusura anticipata del processo di ridimensionamento del bilancio, e con la Banca centrale europea (BCE) che annunciava l’estensione della forward guidance. Considerati gli stimoli fiscali di ampia portata in Cina (per un valore superiore al 2% del PIL) e gli incentivi fiscali più modesti in diversi stati membri dell’Eurozona, tutto sembrava pronto per un’accelerazione progressiva dell’economia.

Il mensile di Tentori – Aprile 2019

Il centro studi di AXA IM ha sviluppato un indicatore congiunturale per la Cina. Lo scopo di questa analisi è quello di meglio comprendere le variazioni del ciclo economico. Inoltre, questo indicatore ci è di aiuto non solo nella previsione dei cicli economici globali, ma anche per stimare la performance futura delle maggiori classi di attivo. Al momento, il ciclo di rallentamento cinese parrebbe volgere al termine, lasciando cosi prevedere una stabilizzazione del sentiment a livello globale.