Informazione Importante

Benvenuto/a nel Financial Lab di AXA Investment Managers

Un blog dedicato a promotori finanziari, consulenti finanziari autonomi e a private banker, dove trovare i nostri market insights, l’asset allocation del nostro team di Ricerca e Strategia di Investimento, le view dei nostri gestori, e molto altro.

Per una sintesi della settimana, iscriviti alla nostra newsletter!

Disclaimer
IL CONTENUTO DI QUESTO SITO NON COSTITUISCE OFFERTA, RACCOMANDAZIONE NÉ SOLLECITAZIONE ALL’ACQUISTO O ALLA VENDITA DI SPECIFICI STRUMENTI FINANZIARI MA HA FINALITÀ UNICAMENTE INFORMATIVA. L’ACCESSO A QUESTO BLOG, È RISERVATO ESCLUSIVAMENTE A INTERMEDIARI, CONSULENTI FINANZIARI AUTONOMI E INVESTITORI PROFESSIONALI.
Cliccando su “Accetto”, l’utente dichiara di rivestire una delle predette qualifiche, come definite e disciplinate dalla normativa tempo per tempo vigente.
Prima dell’adesione, l’investitore deve prendere visione del Prospetto e del KIID, disponibili sul sito www.axa-im.it.

 

Il sito contiene informazioni non appropriate per i clienti al dettaglio, in quanto potrebbero non consentire un’adeguata comprensione di tutti i profili connessi all’investimento.
E’ responsabilità del soggetto che accede alla presente sito verificare la propria qualità di intermediario, consulente finanziario autonomo o di cliente professionale. AXA Investment Managers non potrà essere ritenuta responsabile per accessi al presente sito da parte di soggetti diversi dalle categorie sopra indicate.
L’accesso al sito è considerato, da AXA Investment Managers, un atto consapevole, spontaneo e autonomo.
Alla prossima visita del presente sito, non apparirà più questa pagina. Tale funzionalità richiede l’utilizzo di cookies.

****
Informazioni importanti relativamente ai cookies:
Questo sito web utilizza cookies per raccogliere informazioni su come i visitatori utilizzano il sito. E’ possibile abilitare o disabilitare i cookies modificando le impostazioni del proprio browser. E’ possibile scoprire come effettuare tale modifica e trovare altre informazioni sui cookies nella sezione avvertenze legali.

Torna su

Il settimanale di Tentori

Dopo la crisi del debito sovrano, abbiamo assistito a una contrazione dei prestiti alle imprese in Italia di €163 mld, mentre in Francia e in Germania c’è stato un boom del credito. Anche sul mercato dei capitali si osserva questa tendenza. I governi che si sono susseguiti negli ultimi dieci anni non hanno affrontato questa problematica con la necessaria attenzione.

Scopri l’analisi di Alessandro Tentori, CIO di AXA IM Italia.

Investment strategy: il rallentamento negli Stati Uniti non si trasformerà in recessione

Manteniamo la calma: gli Stati Uniti dovrebbero evitare la recessione nei prossimi 12 mesi

Consapevoli della contrazione delle condizioni finanziarie, dopo la pubblicazione del nostro Outlook 20191, abbiamo aggiornato il modello probabilistico sulle recessioni negli Stati Uniti. Chiaramente le prospettive per l’economia americana, inferiori al consensus lo scorso novembre, preannunciavano i successivi timori del mercato.

Il mensile di Tentori – Gennaio 2019

Il rallentamento della crescita USA e la probabilità di una recessione sono uno dei temi fondamentali per navigare i mercati finanziari nel biennio 2019 e 2020. Se da un lato stimiamo una crescita del 2.2% nel 2019, dall’altro non ci aspettiamo una crescita negativa nel 2020. La Federal Reserve si è già mostrata più dovish rispetto all’ultima riunione del 2018 e prevediamo solo due ulteriori rialzi dei tassi per quest’anno.

Guarda il video, scopri l’analisi di Alessandro Tentori, CIO di AXA IM Italia.

AXA WF Global Strategic Bonds: essere pronti a cogliere opportunità alla fine del ciclo dei rialzi

Cosa succede?

Il 2018 è stato un anno difficile per i mercati. La maggior parte delle asset class obbligazionarie ha riportato performance deludenti.

Tuttavia, il 2018 ci ha anche lasciato qualcosa di buono che ci fa essere ottimisti sul 2019:

  • Gli spread si sono allargati;
  • I tassi USA hanno dato prova di fronteggiare efficacemente i timori sulla fine del ciclo economico e mantengono una bassa correlazione agli spread del credito;
  • Ci sono ragionevoli sacche di valore che si possono sfruttare con un prodotto globale e flessibile.

Iggo: a caccia di rendimenti più alti

Le prospettive sui tassi di interesse restano poco brillanti per gli investitori obbligazionari che hanno come valuta base l’euro, il franco svizzero e lo yen. I rendimenti locali rimangono ancorati ai tassi negativi, una situazione che probabilmente non cambierà molto presto. L’ampliamento degli spread di credito nei mercati locali e nei mercati del reddito fisso in dollari lascia presagire rendimenti leggermente migliori nel 2019 rispetto allo scorso anno. Per esempio, oggi il rendimento del debito dei mercati emergenti in dollari è del 3,5% con la copertura in euro, circa 100 p.b. in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.