Informazione Importante

Benvenuto/a nel Financial Lab di AXA Investment Managers

Un blog dedicato a promotori finanziari, consulenti finanziari autonomi e a private banker, dove trovare i nostri market insights, l’asset allocation del nostro team di Ricerca e Strategia di Investimento, le view dei nostri gestori, e molto altro.

Per una sintesi della settimana, iscriviti alla nostra newsletter!

Disclaimer
IL CONTENUTO DI QUESTO SITO NON COSTITUISCE OFFERTA, RACCOMANDAZIONE NÉ SOLLECITAZIONE ALL’ACQUISTO O ALLA VENDITA DI SPECIFICI STRUMENTI FINANZIARI MA HA FINALITÀ UNICAMENTE INFORMATIVA. L’ACCESSO A QUESTO BLOG, È RISERVATO ESCLUSIVAMENTE A INTERMEDIARI, CONSULENTI FINANZIARI AUTONOMI E INVESTITORI PROFESSIONALI.
Cliccando su “Accetto”, l’utente dichiara di rivestire una delle predette qualifiche, come definite e disciplinate dalla normativa tempo per tempo vigente.
Prima dell’adesione, l’investitore deve prendere visione del Prospetto e del KIID, disponibili sul sito www.axa-im.it.

 

Il sito contiene informazioni non appropriate per i clienti al dettaglio, in quanto potrebbero non consentire un’adeguata comprensione di tutti i profili connessi all’investimento.
E’ responsabilità del soggetto che accede alla presente sito verificare la propria qualità di intermediario, consulente finanziario autonomo o di cliente professionale. AXA Investment Managers non potrà essere ritenuta responsabile per accessi al presente sito da parte di soggetti diversi dalle categorie sopra indicate.
L’accesso al sito è considerato, da AXA Investment Managers, un atto consapevole, spontaneo e autonomo.
Alla prossima visita del presente sito, non apparirà più questa pagina. Tale funzionalità richiede l’utilizzo di cookies.

****
Informazioni importanti relativamente ai cookies:
Questo sito web utilizza cookies per raccogliere informazioni su come i visitatori utilizzano il sito. E’ possibile abilitare o disabilitare i cookies modificando le impostazioni del proprio browser. E’ possibile scoprire come effettuare tale modifica e trovare altre informazioni sui cookies nella sezione avvertenze legali.

Torna su

bce-axaim-iggo

Iggo: commento flash sulla decisione della BCE del 3 dicembre

La reazione immediata nei mercati obbligazionari all’ultimo annuncio della BCE in tema di politica monetaria parrebbe suggerire delusione. I rendimenti obbligazionari core sono saliti rapidamente vista l’assenza dell’annuncio di un incremento degli acquisti nel programma di QE. L’euro ha visto un rally vs il dollaro poiché le aspettative generate dalle affermazioni di Mario Draghi non si sono concretizzate – non ha utilizzato tutte le leve di politica monetaria di cui aveva precedentemente parlato.

iggo-rialzo-fed-axa

Iggo: il rialzo atteso della Fed, cosa implica per i mercati?

Si dice che la Fed stia per deliberare un aumento dei tassi prima di chiudere il 2015. Tutti gli occhi sono puntati sul 16 dicembre e sui dati dell’economia americana che anticiperanno il meeting della Fed, a mercati aperti, di quel giorno.

Questo primo aumento dei tassi di per sé non cambierà di molto la situazione finanziaria statunitense. Ben più significativo sarà il segnale implicito in questa mossa: un tema chiave del prossimo anno sarà la frequenza e l’intensità dei successivi aumenti.

iggo-axa-strada-2016

Iggo: la strada meno battuta… ecco come agire in vista del 2016

In linea generale, quest’anno i mercati azionari hanno fatto meglio di quelli obbligazionari. Per le obbligazioni si tratta del secondo o del terzo peggior anno in termini di performance nell’ultimo decennio. In parte questo risultato compensa un 2014 estremamente brillante, periodo in cui i tassi di rendimento e spread sono scesi a livelli molto bassi.

Iggo_credito_Axa

Iggo: tassi o credito? Il credito vince sui tassi… per ora

Generare rendimenti stabili conservando il capitale, soprattutto nei mercati obbligazionari, è il Santo Graal della gestione degli investimenti. I fattori chiave dietro al rendimento sono il rischio di credito e di tasso d’interesse. Questi due rischi possono essere, e spesso lo sono, correlati negativamente. Un’asset allocation attiva, basata sulla comprensione del ciclo macroeconomico e del sentiment degli investitori, può quindi aiutare a regolare l’esposizione a tassi e credito nel corso del tempo.

iggo_sentiment

Iggo: spread più ampi ed il sentiment peggiora. Dobbiamo comprare?

Guardando i dati, l’economia americana è solida e l’Europa è in ripresa. Eppure il sentiment vacilla, si sentono discorsi di recessione globale e di aumento del numero di defaults. Il mercato obbligazionario registra un ampliamento degli spread denaro/lettera e la liquidità scarseggia. Effettivamente c’è stata una crisi della domanda nei paesi emergenti, molti dei quali registrano squilibri finanziari, ma le economie consolidate ne risentiranno?

iggo_decisione_fed

Iggo: cosa fare dopo la decisione della Fed? Aspettare.

Parafrasando i Courteeners ‘Non puoi rimanere ad un livello pari a zero per sempre, bisogna farsi forza, lo so che può suonare strano ma le economie possono cambiare’. Ma non ancora, eh Janet? Ancora qualche mese a tassi zero aspettando quel felice momento in cui non ci sarà nessun rallentamento nel mercato del lavoro negli Stati Uniti, quando ci sarà un aumento della fiducia che l’inflazione obiettivo possa essere raggiunta nel medio termine e quando il resto del mondo non sembrerà essere la vittima del rallentamento dell’economia cinese.